Cabina armadio: come scegliere le migliori soluzioni per le tue esigenze

Cabine armadio componibiliTra i mobili di una stanza da letto, l’armadio svolge una funzione molto importante: permette di conservare al suo interno capi d’abbigliamento e lenzuola, che possono essere divisi in base alla stagione e organizzati in modo strutturato grazi all’utilizzo di cassetti ed appendiabiti, facilitando la ricerca dell’oggetto richiesto.

Immaginate per un attimo di avere tanti vestiti ed accessori, e di aver bisogno di uno spazio maggiore… Qual è la soluzione ideale in grado di coniugare praticità ed estetica?
La scelta migliore è senza dubbio la cabina armadio: si tratta di un modello di armadio contenitore molto ampio, in grado di occupare, da solo, un intero lato della camera (una sorta di “stanza nella stanza”).

CAD Riva realizza su richiesta delle cabine armadio su misura grandi e spaziose, in grado di contenere un gran numero di abiti, oltre ad essere dotati di una zona adibita a camerino personale.

Un tempo la cabina armadio era considerata un mobile pregiato, di appannaggio solo di persone con grande disponibilità economica; oggi il mercato di questa particolare tipologia di armadio si è articolato ed ampliato, offrendo una vasta gamma di soluzioni con range di prezzi molto variegati.
I vantaggi nel possedere una cabina armadio sono molteplici: poter godere di un vestibolo personale nella propria stanza e della possibilità di donare un tocco elegante e “regale” al proprio ambiente sono infatti solo alcuni dei plus che questa tipologia di armadio vanta.

 

Le dimensioni della cabina armadio

Primo elemento da valutare se si desidera acquistare una cabina armadio è la grandezza della camera da letto: più la camera è grande, maggiori sono le possibilità poter dotare l’ambiente di una cabina armadio altrettanto ampia.
Nel caso invece si abbia a disposizione in intera stanza vuota, è possibile creare una vera e propria “stanza armadio”, con tanto di camerino personale.

Le misure che può avere una cabina armadio sono pressoché infinite; si possono comunque individuare due tipologie principali sulla base della tipologia di porta che si desidera installare:
Nel caso di una porta singola, le misure variano dai 154,8cm per 94,6cm della cabina piccola, ai 219,5cm per 94,6cm della più grande;
Per una cabina con doppia porta possiamo citare i 158,7cm per 94,6cm del modello più piccolo fino ai 258,7cm per 94,6 del modello grande.

Possedere una cabina armadio nella maggior parte dei casi implica possedere una casa molto grande in grado di ospitarla.
Nel caso in cui non si disponga di una casa molto spaziosa, CAD Riva è in gradi di realizzare cabine armadio dalle dimensioni minime di 119,5cm per 94,6cm, sufficientemente grandi per garantirvi un piccolo spazio dedicato alla collocazione dei vestiti.

 

La cabina armadio ad angolo

Cabine armadio su misuraAbbiamo visto come una stanza da letto abbastanza grande può contenere al suo interno una cabina armadio ampia che occupa buona parte di una parete, ma nel caso in cui lo spazio richiesto della parete sia minore, come si può installare la cabina?

La soluzione ideale in questi casi è realizzare una cabina angolare, che si poggia su due lati della stanza e occupa uno dei suoi angoli.
Le cabine armadio angolari sono disponibili sia con porta singola sia con porta doppia, offrendo le stesse funzionalità di una cabina armadio standard ma in un’area più contenuta.

La cabina armadio ad angolo ha delle misure specifiche, individuabili in tre gruppi:
Il “Tipo A” misura 100,2x90cm sulle pareti e ha due pareti esterne di 46,4cm e 59,2cm;
Il “Tipo B” misura 100,2×102,8cm, con pareti di 59,2cm;
Il “Tipo 3” misura 125,2×118,9cm, con le pareti di 59,2cm.

La composizione interna delle cabine armadio ad angolo si sviluppa in modo diverso rispetto alla versione classica: nella zona interna si hanno i cassetti di varie dimensioni nei quali riporre vestiti e accessori, mentre al centro vi è una zona camerino provvista di uno specchio.
Nella parte esterna abbiamo due piccole pareti perpendicolari al muro che delimitano la cabina, che possono essere sfruttate installando delle mensole portaoggetti oppure dei cassetti dove posizionare lenzuola e federe per il letto, in modo da dividere gli oggetti inseribili nell’armadio.

 

Il mobile tv tra design e funzionalità

Mobile tv in legno biancoIl soggiorno ha la doppia funzione di area di riposo e di svago, due attività diametralmente opposte ma che spesso presentano un elemento comune: stiamo parlando della televisione.

La televisione occupa uno spazio importante nell’ambiente, spazio che diventa sempre più ampio grazie alle ultime tecnologie che hanno permesso lo sviluppo di televisori a schermo piatto molto grandi e con funzioni all’avanguardia (Wi-fi, schermo HD, ecc).
Questo spazio può essere reso un ottimo elemento estetico della stanza, grazie all’utilizzo di selezionati mobili per la tv, che hanno la doppia funzione di sostenere la televisione e rendere lo spazio intorno ad essa funzionale ed esteticamente accattivanrte.

CAD Riva realizza mobili porta tv su misura, creati utilizzando una vasta gamma di materiali dagli svariati colori e con forme diverse a seconda degli optional che si desiderano aggiungere al soggiorno.

 

Il design del mobile

Un mobile porta TV non deve essere uno strumento utile per sostenere uno degli oggetti più importanti del soggiorno, deve anche avere un tocco estetico evidente, in modo che risalti nell’ambiente creando un angolo unico ed interessante, soprattutto per gli ospiti.

Il design di un buon mobile per la TV è dettato da quattro elementi fondamentali:

  • La forma: E’ il primo elemento da prendere in considerazione. La forma del mobile tv deve infatti adattarsi perfettamente all’angolo della stanza in cui verrà montato. Nel caso si avesse un’intera parete a disposizione, la forma può essere unica e squadrata in modo da circondare il televisore, oppure curva e separata così da fungere sia da porta tv sia da ripiano porta oggetti.
    Le forme possono essere sia classiche e semplici sia moderne e complesse, sulla base del design del soggiorno.
  • Il materiale: Il materiale deve essere prima di tutto resistente, in qunato dovrà sostenere il peso del televisore.
    Inoltre ogni materiale è adatto ad un particolare stile della stanza: il legno è ideale per un soggiorno classico, mentre un mobile in metallo sottolinea uno stile moderno. Il vetro crea una struttura minimalista adatta ad un soggiorno semplice, mentre la scelta del plexiglass, soprattutto se colorato, permette di realizzare un mobile dal tocco molto pittoresco, tipico di un ambiente retrò.
  • Il colore: La scelta del colore deve adeguarsi al colore già presente all’interno della stanza, in modo da non creare contrasti che snaturano l’estetica del soggiorno.
    In un ambiente con colori neutri come il bianco o il beige si può optare per un mobile con parti in toni scuri, così da metterlo in risalto; l’uso di più colori è adatto invece a stanze vivaci, dove si vuole creare continuità tra pareti e mobili.
  • Gli optional: Un mobile minimalista è adatto per soggiorno piccolo. Nel caso di una stanza più ampia si possono invece scegliere alcuni optional che vadano ad arricchire la zona dedicata alla tv: mensole aggiuntive, contenitori integrati con il mobile, ma anche un raccoglitore per i cavi, in modo da nasconderli alla vista.

 

Il mobile per la tv sospeso

Mobile tv sospeso in legnoNegli ultimi anni una nuova tipologia di mobili porta tv è sempre più richiesta: i mobili sospesi, che vengono installati direttamente sulla parete senza poggiare per terra.
L’installazione di questo genere di mobile tv è una decisione da prendere molto attentamente, poiché cambia radicalmente la parete del soggiorno su cui verrà montato.

CAD Riva realizza, su richiesta, mobili sospesi di forme, dimensioni, colori e materiali differenti, ognuno caratterizzato da una struttura di ancoraggio molto resistente, tale da reggere sia il peso del televisore che quello del mobile. Ognuno dei nostri mobili porta tv può essere arricchito da numerosi optional a scelta del Cliente.

Tra i mobili sospesi più grandi e funzionali vi sono i modelli denominati nascondi tv.
I nascondi tv sono costituiti da una parete integrata, di vario spessore, provvista di un pannello scorrevole o a ribalta e in grado di nascondere il televisore quando non viene utilizzato.
Integrati nella parete vi possono essere delle mensole, pensili senza ante che vengono chiusi scorrendo semplicemente il pannello. Il materiale consigliato per realizzare questa particolare tipologia di mobili tv è il legno, lavorato in modo da creare disegni in rilievo sulla parete che accentuano l’estetica del mobile, messa ulteriormente in risalto dall’uso di diverse tonalità di colore.

 

Il divano su misura ad angolo

Divano su misura in tessutoOgni ambiente della casa ha un elemento che rappresenta la sua funzione primaria: nel caso della camera da letto è il letto stesso, nel caso del soggiorno è ovviamente il divano, che svolge una funzione di luogo dedicato al relax ma anche di luogo di incontro tra familiari e amici.

Tra i numerosi modelli di divano disponibili merita sicuramente una menzione speciale il divano ad angolo.
Questa tipologia di divano, disponibile anche su misura, è caratterizzata da una grande comodità, accoglienza ed ampiezza, caratteristiche dovute soprattutto alla presenza di una o più penisole che ne influenzano la forma.
Tra i numerosi optional di cui un divano angolare può essere dotato, possiamo citare per esempio la possibilità di prevedere un contenitore interno, un letto estraibile oppure la possibilità di dotare il divano di un pouf separabile, che dona la possibilità di comporre a piacimento la seduta e la fisionomia del mobile.
CAD Riva offre ai propri Clienti una vasta gamma di divani ad angolo di dimensioni e colori diversi, arricchita da numerose varianti disponibili per lo stesso modello, che può essere proposto nella versione squadrata, circolare e con penisole fisse o componibili.

 

I materiali più ricercati per il tuo divano angolare

La scelta del divano ad angolo perfetto per la propria casa si basa soprattutto sull’importane decisione circa il materiale con rivestirlo.
La scelta del materiale è infatti determinante per assicurarsi la comodità desiderata e per donare alla stanza il giusto tocco estetico in grado di farla risaltare rispetto agli altri ambienti.

Ogni materiale vanta le proprie caratteristiche in termini di pregi e difetti, di seguito sono elencati i materiali più usati per creare il divano ad angolo perfetto per il proprio soggiorno:
Pelle: materiale completamente naturale, morbido e confortevole, che permette di dare risalto alle forme del divano angolare, donando grande importanza ad un salotto classico o moderno.
Stoffa: rivestimento tipico dei divani sfoderabili, che garantisce una maggiore facilità al lavaggio e alla pulizia del mobile. La scelta della tipologia di stoffa da utilizzare deve essere fatta in modo molto accurato in modo da rispondere alle proprie esigenze: la lana infatti è soggetta a macchiarsi e bucarsi, la seta è pregiata ma facile a rovinarsi, mentre i tessuti sintetici sono più durevoli anche se meno pregiati.
Alcantara: materiale composto da poliestere e poliuretano, è indeformabile e molto durevole, adatto anche per gli ambienti esterni.
Ecopelle: tipologia di cuoio da non confondere con la finta pelle di origine non animale, è un materiale spesso utilizzato per la fabbricazione di divani ad angolo. Presenta una buona esteticità ma tende ad usurarsi dopo un continuo utilizzo.

 

Il divano ad angolo con pallet

Divano ad angolo modernoNegli ultimi anni la diffusione di uno stile di vita più ecologico e green ha portato anche ad una rivisitazione dell’arredamento degli ambienti della casa, privilegiando per esempio la scelta di oggetti realizzati tramite l’utilizzo di materiali di scarto.
Per quanto riguarda i divani ad angolo, il materiale più usato in questi casi è il pallet.

Il pallet è la classica pedana in legno usata per trasportare la merce all’interno dei depositi di un negozio o una fabbrica, materiale che una volta era considerato di scarto ma che oggi può trovare una seconda vita nella realizzazione di divani su misura.
Utilizzando il pallet come base del vostro divano, potrete dare vita a divani ad angolo, dotati se desiderato di penisole di lunghezza differente, in modo da incrementare l’unicità del prodotto.

Affinché il divano sia sicuro oltre che comodo, il pallet deve essere lavorato e levigato in modo da eliminare eventuali imperfezioni o corpi esterni; in seguito deve essere composto con altri pallet in modo da ricavare seduta, testata, penisola e braccioli, ed infine ricoperto con cuscini e coperte per aggiungere comodità.

Il risultato è un prodotto originale e innovativo, realizzato in maniera ecologica e in tempi rapidi, senza però rinunciare alla comodità e al tocco estetico che renderà il vostro soggiorno l’ambiente più interessante della casa.

 

La cucina con isola

Cucina con isola centrale in acciaioUno dei primi ambienti che viene preso in considerazione quando si desidera rendere la propria casa funzionale è sicuramente la cucina, in quanto è uno degli ambienti in cui si trascorre una parte importante della giornata: quella della preparazione e, a volte, della consumazione di colazione, pranzo e cena.

Una cucina funzionale deve avere prima di tutto i componenti standard (piano cottura, lavandino, forno, frigorifero) ed inoltre deve adattarsi allo spazio che si ha a disposizione, che può essere a seconda dei caso limitato o molto ampio.

Le varietà di cucina tra cui scegliere sono moltissime, ma una tipologia in particolare si è diffusa in tempi recenti sul nostro territorio: la cucina con isola, o “all’americana”.

La caratteristica principale delle cucine con isola è una zona centrale staccata dal corpo principale, in cui si concentrano alcune funzioni della cucina: può fungere da tavolo, da dispensa secondaria oppure contenere il piano cottura o il lavello.

CAD Riva offre ai propri Clienti alcuni modelli innovativi e funzionali di cucine con isola, personalizzabili e disponibili su misura:

  • Cucina a “C” con isola centrale bancone: il modello più piccolo, con un’isola centrale di dimensioni ridotte adibita a bancone per consumare colazione e pasti;
  • Cucina a “L” con isola centrale funzionale: modello dalla grandezza intermedia, nel quale l’isola centrale può avere sia la funzione bancone che la funzione piano cottura o lavello;
  • Cucina con isola centrale multifunzionale: il modello più grande, in cui l’isola ospita tutta la zona lavoro (piano cottura, lavello, lavastoviglie) e con una parete dispensa con frigo.

 

I vantaggi di una cucina con isola

L’acquisto di una cucina con isola non è una decisione immediata e semplice: bisogna infatti calcolare lo spazio a disposizione per installarla, i costi che ne derivano e le funzioni che si vogliono assegnare all’isola centrale.
Può sembrare un optional possedere questo tipo di cucina, ma ci sono anche numerosi vantaggi derivanti dal suo acquisto.

Ne elenchiamo i quattro più importanti:
Spazio funzionale: Una cucina all’americana occupa molto spazio, ma ogni sua singola parte è resa il più funzionale possibile. L’isola stessa non possiede spazi vuoti, ma può contenere cassetti supplementari, un piano cottura ed un lavello opportunamente collegati con gli impianti, un piano di lavoro che fa anche da tavolo ampio e comodo.
Espansione continua: Ogni elemento di una cucina con isola può essere modificato in modo da risultare più funzionale oltre che con un più apprezzabile lato estetico: il piano cottura si può raddoppiare oppure cambiare, passando da a gas a quello ad induzione elettromagnetica. Si può inoltre aggiungere una cappa centrale o una lavastoviglie.
Soluzioni versatili: Le cucine con isola si possono realizzare con diversi materiali. Completamente in metallo per ottenere un aspetto moderno, con ripiano in marmo e parete in piastrelle per rendere la cucina classica ma al contempo esteticamente molto piacevole, oppure completamente in legno per ottenere un tocco antico ma sempre funzionale.
Ambiente più familiare: L’aggiunta di un’isola che funge anche da tavolo è un modo per riunire l’intera famiglia nella stanza più importante della casa, oltre che rendere questo ambiente un luogo di ritrovo ideale per una cena tra amici. Si può inoltre prevedere un’isola espandibile tramite un ripiano, in modo da poter accogliere un numero maggiore di persone in occasioni speciali.

 

La cucina con isola in legno moderna

Cucina con isola centrale in legno modernaAbbiamo visto come una cucina con isola in legno può essere scelta per dare un tocco antico al proprio ambiente, senza rinunciare alla funzionalità propria di una cucina moderna.
Per questo motivo CAD Riva progetta cucine con isola in legno dotate di elettrodomestici all’avanguardia, in modo da unire la tradizione all’innovazione.

Le cucine con isola possono essere realizzate utilizzano numerose tipologie di legno:

  • Rovere: robusto e compatto, disponibile sia in olio bianco sia selvatico;
  • Noce: duro e indeformabile, sia tradizionale che selvatico;
  • Ontano: resistente e con variazioni di colori dal forte impatto estetico;
  • Acero: il legno più chiaro ed estremamente compatto;
  • Ciliegio: resistente e dall’ampia gamma cromatica;
  • Faggio: pesante, ompatto ma facile da lavorare.

Tra le funzioni di cui è possibile dotare l’isola vi sono un lavello con rubinetto a scomparsa, un piano cottura ad induzione elettromagnetica e una serie di cassetti interni che fungono da dispensa per gli utensili più usati.
Il ripiano, sempre in legno, può essere scelto a scomparsa (mediante installazione di un dispositivo elettrico), in modo da nascondere lavello e piano cottura e da ampliare ulteriormente l’area di consumazione durante i pasti.

 

 

 

 

 

 

La scrivania perfetta

Cameretta per ragazziAll’interno di un’abitazione ci sono numerosi ambienti, ognuno dei quali ricopre una precisa funzione: la cucina per consumare i pasti, la camera da letto per dormire, il soggiorno per rilassarsi e il bagno per lavarsi.

Vi sono tuttavia elementi opzionali che si possono aggiungere ad un ambiente per aumentarne le funzioni: è il caso per esempio dell’aggiunta di una scrivania nelle camere per ragazzi, in modo da rendere l’ambiente anche un ottimo luogo di studio e di svago.

La scrivania è un elemento funzionale di un ambiente che viene usato principalmente dai giovani per studiare e per avere un angolo di indipendenza e di controllo nella loro camera. Spesso è predisposta per contenere libri, piccoli soprammobili e deve poter ospitare il computer, ormai elemento indispensabile per lo studio e lo svago.
Una scrivania non deve essere un semplice tavolo: la sua struttura deve essere funzionale e versatile, affinché possa essere usata al meglio senza causare problematiche sia in termini di postura sia in termini di scomodità.
Per garantire il massimo comfort possibile, spesso le scrivanie sono quindi composte da cassetti, libreria minimale, porta computer, porta tastiera e un ripiano ideale per ospitare un monitor.

CAD Riva costruisce su richiesta scrivanie ideali per le camere dei ragazzi, dotate di numerosi optional e disponibili in diversi materiali: in metallo e vetro per un aspetto moderno e in legno per un tocco estetico classico.

Esiste tuttavia un luogo in cui la scelta della scrivania perfetta risulta essere ancora più importante: stiamo ovviamente parlando dell’ufficio.

 

Le dimensioni della scrivania per ufficio

Le scrivanie per ufficio devono possedere determinate caratteristiche: devono essere molto funzionali ma con un aspetto minimale,nel caso vengano utilizzate da più persone sul posto di lavoro, oppure possono essere esteticamente notevoli, se utilizzate da persone che coprono cariche importanti in un’Azienda.

Un altro elemento molto importante di una scrivania per ufficio sono le sue dimensioni: devono essere infatti scelte con attenzione, in modo da ottimizzare l’ambiente lavorativo e permettere lo svolgimento delle attività in modo comodo e confortevole.
Proprio per questo motivo l’Ente Europeo di Normazione Tecnica (CEN) ha stabilito una serie di misure che determinano differenti tipologie di scrivanie per ufficio.
Secondo la norma EN 527-I del 2011, le scrivanie per ufficio sono infatti divise in quattro categorie distinte, ciascuna delle quali è caratterizzata da precise misure (riguardanti il libero movimento delle gambe e per la posizione da seduti).
Scrivania Tipo “A”: la più performante e regolabile in autonomia dal dipendente, misura in pianta 1200mm per 80mm, in posizione seduta da 650mm a 850mm;
Scrivania Tipo “B”: perfettamente adattabile da parte del lavoratore per rendera più funzionale, misura 1000mm per 80mm, seduta da 650mm a 850mm;
Scrivania Tipo “C”: la più diffuse in Italia, misura 850mm per 80mm, la seduta varia sui 740mm con tolleranza di +/- 20mm;
Scrivania Tipo “D”: simile al tipo A, ma i movimenti sono meno amp. Misura 850mm per 80mm con seduta da 680mm a 760mm.

Visita il nostro sito web e scopri la nostra produzione di scrivanie per ufficio su misura!

La scrivania angolare

Scrivania ad angolo per ufficioIl modello più diffuso di scrivania per la casa è senza dubbio quello angolare.
Questo modello di scrivania può essere posizionato sia contro il muro in modo da occupare una parte specifica della stanza (soluzione molto spesso utilizzata per le stanze dei ragazzi), sia in una zona semi centrale dell’ambiente, ideale per le stanze adibite ad ufficio.

Il vantaggio di utilizzare una scrivania angolare è quello di avere a disposizione un spazio molto ampio che può essere facilmente personalizzato distribuendo gli oggetti su di esso. Inoltre il suo piano può essere reso versatile grazie a forme e a materiali particolari, senza rinunciare alle sue funzionalità.
L’angolo formato dal ripiano della scrivania infatti non deve essere necessariamente lineare: può essere squadrato oppure curvo, in modo tale da non arrecare danni a seguito di urti.

Gli optional di cui è possibile dotare una scrivania classica possono essere utilizzati anche per le scrivanie angolari, in modo da sfruttare al meglio lo spazio senza rinunciare alla comodità.
I cassetti possono essere posizionati da un lato della scrivania, mentre il contenitore per il computer dall’altro lato. Il porta tastiera del computer può essere inserito al centro delal scrivania, in modo da poter essere usato in qualunque situazione senza doversi spostare troppo.
CAD Riva ti propone numerose soluzioni per scrivanie per ufficio e scrivanie per camere per ragazzi. Trova il giusto compromesso tra funzionalità, comodità e design!

I mille colori del parquet

Posa parquet flottanteNella fase di arredamento di una casa vi è un elemento che fin da subito è in grado di donare un tocco di originalità all’ambiente: stiamo parlando del colore, una caratteristica cruciale per rendere unica la nostra casa o differenziare le camere tra di loro.
Il colore può riguardare vari elementi. Si passa dagli oggetti più piccoli come soprammobili o tessuti (tende, lenzuola, tovaglie) passando ai mobili come armadi, tavoli e divani, finendo con le pareti, il soffitto e il pavimento.

La pavimentazione può essere realizzata in numerosi modi: in pietra, piastrelle, moquette e parquet. Ognuna di queste tipologie può essere modificata con colori diversi; in questo articolo analizzeremo le caratteristiche del un parquet colorato.

I motivi che possono spingerci a colorare o a installare un parquet colorato possono essere il voler ridare vita ad un pavimento in legno datato, oppure voler collegare il colore del pavimento a quello dell’ambiente circostante.

Una volta presa questa decisione, il nodo cuciale è scegliere il colore giusto.
CAD Riva offre una vasta gamma di parquet colorati da installare nella vostra casa.
Ogni colore ha una sua particolare finalità:

  • Colori caldi: tonalità di rosso e arancio sono consigliati se si desidera dare al proprio ambiente un aspetto vitale, carico di energia positiva;
  • Colori neutri: i toni di grigio e beige donano un senso di sicurezza e solidità agli spazi, consigliati in soggiorno e cucina;
  • Colori freddi: la scelta tra azzurro e viola ha come finalità la ricerca di uno spazio dedito al riposo e alla meditazione (ideale per la camera da letto).

 

Differenti design

La scelta del colore non è l’unica particolarità che può rendere il parquet colorato un elemento originale per la propria casa: un’altra scelta importante riguarda infatti il design del parquet. Bisogna decidere se renderlo uniforme oppure composto da una serie di listoni disposti in maniera creativa, anche con tonalità di colore diverse tra di loro.

Nel caso si opti per quest’ultima opzione, le possibili disposizioni dei listoni sono pressoché infinite: se si dispongono in maniera ordinata è consigliabile l’uso di colori simili tra loro (per esempio diverse tonalità di rosso o di blu), tali da donare un effetto di sfumatura e passaggio da una tonalità più accesa ad una più scura.
Nel caso si decida di creare delle fantasie tramite la disposizione dei listoni, si può optare per una disposizione ad onde oppure ad incastro, scegliendo dei colori diversi tra loro per mettere in risalto parti specifiche del parquet colorato in modo alternato.
In alternativa si possono disporre i listoni in modo da creare particolari fantasie geometriche come cubi, esagoni, rombi o triangoli.
CAD Riva consiglia l’utilizzo di colori opposti tra loro in modo da creare un effetto di profondità e tridimensionalità al pavimento, quasi come fosse un quadro.

 

Parquet colorato laminato

Una tipologia particolare di parquet sul quale spesso si nutrono dubbi riguardanti la sua composizione è il parquet laminato.
Infatti spesso si pensa erroneamente che questa tipologia di parquet sia fatta da materiale plastico, ma in realtà è composto da carta pressata ricoperta di PVC che lo rende molto stabile e ne riduce il rumore prodotto dal calpestio.
Il parquet laminato è quindi un’ottima alternativa al parquet tradizionale, sia in termini di costi sia per il fatto che è facile da pulire e da togliere qualora si desideri cambiarlo, grazie ad una serie di meccanismi ad incastro.
Per quanto riguard la scelta dei colori valgono le stesse regole del parquet colorato classico: si può scegliere colore e disposizione dei listoni per creare sfumature o fantasie particolari. Oltretutto si possono rifinire forme e colori e donare al pavimento un effetto opaco o luminoso.

 

L’installazione del parquet

Posa parquetDopo la scelta della tipologia di parquet, del suo colore e della fantasia è il momento di installarlo nella nostra casa.
La messa in opera di un parquet è diversa a seconda della tipologia che si è scelta.
CAD Riva offre un servizio di posa mediante collante, flottante e del laminato.

La prima cosa da verificare prima di installare il parquet è lo stato del pavimento sottostante: questo deve infatti essere in ottime condizioni, in modo che non vi siano dislivelli che possano minare la stabilità del parquet.
In questo caso di presenza di dislivelli è consigliabile l’uso di un prodotto auto-livellante semiliquido che, una volta asciutto, permette la posa perfetta del parquet.

Se si sceglie di installare un parquet mediante l’uso di un collante del tipo bi-componente, si consiglia l’utilizzo di listoni di media grandezza in quanto il lavoro di posa è molto complesso e deve essere eseguito in modo estremamente preciso e senza errori.

La scelta di un parquet flottante o di un laminato (detto anche finto parquet) non richiede invece l’utilizzo di speciali colle, ma prevede solo la copertura del pavimento sottostante con del materiale isolante in modo da ridurre il rumore derivato dal calpestio continuo del pavimento.
Il flottante è molto semplice da installare grazie agli incastri maschio-femmina presenti tra i listoni, che solitamente sono di grandi dimensioni, e risulta essere un metodo più economico e rapido rispetto all’installazione tramite utilizzo di collanti.

Letto matrimoniale: le giuste misure per il giusto riposo

Letti matrimoniali con testiera in legnoQuando si arreda casa, una delle prime questioni da risolvere è la scelta del letto.
Nel caso di una giovane coppia, il problema è trovare il letto matrimoniale adatto a soddisfare le loro esigenze di comfort e spazio.
Sono numerosi gli elementi che caratterizzano un letto matrimoniale: il colore della struttura, i materiali di cui è fatto, gli optional (cassettiera,testata alta e grande,comodini annessi), ma le caratteristiche da prendere in considerazione fin da subito sono innanzitutto le sue dimensioni (larghezza e lunghezza).

La scelta delle misure ideali di un letto matrimoniale può essere influenzate dalla grandezza della camera e dallo spazio che occuperà il letto in relazione agli altri mobili.
Il vantaggio di un letto dalle giuste dimensioni è quello di garantire comodità e perfetto riposo a chi ne usufruisce (soprattutto se si è in due!).

Per ogni modello di letto matrimoniale esistono numerosi modelli caratterizzati da differenti misure: il letto standard misura 180 cm di larghezza per 200 cm di lunghezza, un letto matrimoniale inglese può avere andare dai 120cm per 190cm di quello piccolo ai 180cm per 200cm del Super King Size, se si vuole invece un letto rotondo la sua misura è 200cm di diametro (testata esclusa).

Vi sono inoltre delle varianti del modello standard caratterizzate da particolari estetici, come per esempio la forma della testata.
CAD Riva realizza, su richiesta, i seguenti modelli di letto matrimoniale:

  • Letto “Azzurra”: 177cm per 212cm con testata bassa;
  • Letto “Chesterfield”: 178cm per 230cm con testata imbottita;
  • Letto “Elisabetta”: 177cm per 210cm con testata incorniciata;
  • Letto “Aswan”: 182cm per 212cm con testata alta;
  • Letto “Giulia”: 172cm per 206cm con testata curva.

 

La larghezza di un letto matrimoniale

Abbiamo fin qui parlato dell’importanza di un letto matrimoniale dalle giuste dimensioni ed elencato una serie di modelli con differenti misure. Entrando più nel dettaglio,la misura più importante di un letto matrimoniale è senza dubbio la larghezza.
La larghezza di un letto è infatti fondamentale: più il letto è largo, maggiore è la comodità di chi ne usufruisce. Inoltre in base alla larghezza del proprio letto è possibile scegliere il materasso e le lenzuola adatte, in modo tale che non sporgano o che coprano il letto in modo adeguato.

La grandezza di un materasso non deve mai essere uguale a quella del letto, ma sempre leggermente minore: per esempio un letto largo 180cm necessiterà di un materasso largo 160cm, in quanto bisogna tenere in considerazione anche la grandezza della rete che dovrà sostenerlo.

Discorso opposto per quanto riguarda le lenzuola: queste dovranno essere grandi, sia per coprire adeguatamente il materasso sia per coprire parzialmente anche il letto stesso. Il lenzuolo di sopra per esempio, non deve coprire solo le misure del materasso, ma anche quelle della caduta laterale.

Se prendiamo un letto matrimoniale standard (180×200) possiamo quindi calcolare le seguenti misure:

  • Materasso: 160×180;
  • Lenzuolo sotto (con angoli): 180×200;
  • Piumino: 250×220;
  • Lenzuolo sopra: 260×290;
  • Federa/Guanciale: 2 da 50×80.

 

Che cos’è il letto matrimoniale alla francese

Letto matrimoniale modernoTra i vari modelli di letto matrimoniale, quello più richiesto negli ultimi anni sicuramente il cosiddetto letto “alla francese”.
Questo modello viene spesso preferito agli altri letti matrimoniali non tanto per la sua natura estetica o strutturale, ma per le sue dimensioni.

Le dimensioni di un letto alla francese sono infatti 140cm di larghezza per 200cm di lunghezza: questo lo colloca in una posizione intermedia tra il letto matrimoniale standard (180×200) e un letto ad una piazza e mezza (120×200).
Il letto alla francese viene in prevalenza acquistato come letto matrimoniale, per rispondere ai sempre più frequenti limiti di spazio all’interno delle camere. Spesso tuttavia viene anche utilizzato come letto singolo, soprattutto da chi preferisce riposare nel modo più comodo possibile (è un modello spesso presente anche negli alberghi).

Le particolari misure di questa tipologia di letto permettono quindi svariati usi: può essere inglobato in un mobile mediante il meccanismo “a scomparsa” (nel caso di un ambiente open space) o può essere usato come divano posizionandolo per il lato lungo sulla parete.
Una variante consigliata di questo letto è quella provvista di cassettone e offerta da CAD Riva: un modello ideale per condizioni di spazi ridotti e utile per conservare oggetti ingombranti o che non trovano una disposizione adeguata in camera da letto.