La struttura funzionale del letto matrimoniale

Abbiamo già parlato in precedenza del letto matrimoniale, indicando alcune delle sue caratteristiche più importanti, come le dimensioni, che definiscono alcuni modelli (come il letto alla francese), e gli optional inseribili, come il contenitore interno al di sotto della rete (ideale per contenere diversi tipi di oggetti).

struttura-letto-matrimonialedettaglioUn ulteriore elemento che definisce il letto matrimoniale è la sua struttura, la quale porta una serie di vantaggi, a livello di comodità, funzionalità e lato estetico, rendendo ogni letto unico nel suo genere.

La struttura di un letto matrimoniale è composta principalmente dalla testiera, dove vengono posti i cuscini, e dagli assi esterni, che delimitano la rete su cui viene appoggiato il materasso, sostenuti dai piedi sottostanti.

C.A.D Riva realizza strutture per letti matrimoniali con diversi tipi di materiali, in collaborazione con la linea offerta da MD House e in grado di soddisfare tutti i clienti che cercano un letto comodo e funzionale.

Il letto matrimoniale in legno

La prima caratteristica della struttura di un letto matrimoniale deve essere la sua robustezza, che permette di sostenere non solo la rete e il materasso, ma anche il peso delle persone che ci dormono sopra, senza arrecare danni e permettendo il massimo comfort possibile.

letto-legno-tavole-dettaglioIl letto matrimoniale in legno è quello più indicato, a causa della sua struttura semplice ma resistente, realizzata con qualsiasi tipologia di legname e modellata per sostenere in modo funzionale tutti gli elementi del letto.

MD House possiede una linea di letti con struttura in legno, della quale il modello “Tavole” è il più rappresentativo; la struttura è realizzata in legno di frassino scuro, con una testiera ampia e sottile, composta da più tavole unite insieme.

Le assi esterne, realizzate in un unico blocco,sono ampie e contengono sapientemente il materasso e arrivano a sfiorare il pavimento grazie a dei piedi bassi che le sostengono; il legno lavorato dona un tocco naturale al tutto e rende il letto caldo e accogliente.

Il letto matrimoniale in tessuto

La seconda caratteristica della struttura di un letto è la sua comodità, intesa come la possibilità di coprire con un materiale adeguato la parte interna, evitando che le persone si facciano male quando la urtano: questo svantaggio è tipico di un letto con struttura in ferro battuto.

letto-tessuto-flexIl modo migliore per impedire ciò è scegliere un letto matrimoniale in tessuto che, opportunamente imbottito, permette un buon livello di comodità, coprendo le assi esterne, evitando gli urti, e la testiera, permettendo di appoggiarsi comodamente quando si vuole leggere un libro o guardare la televisione.

Anche qui la linea offerta da MD House propone uno dei modelli di punta: “Flex”, realizzato in comodo tessuto acapulco, disponibile in diversi colori, che copre ogni parte del letto e crea una continuità con il materasso e le lenzuola mediante delle ottime variazioni cromatiche.

Il letto matrimoniale in pelle

L’ultima qualità che la struttura di un letto matrimoniale deve possedere è l’esteticità, ottenuta tramite il materiale che la ricopre (nel caso di una struttura in metallo) e che deve legarsi sia con la scelta delle lenzuola e le federe dei cuscini, sia con l’arredo della stanza, in particolare con il colore di pareti e il resto dei mobili.

letto-pelle-cloud-dettaglioIl letto matrimoniale in pelle soddisfa questa condizione, poiché oltre ad essere comodo, offre un tocco estetico unico e originale, dovuto alle svariate possibilità di cucire la pelle e realizzare geometrie complicate per decorare il vostro letto.

Anche qui MD House propone una serie di letti realizzati sia in pelle che in ecopelle, dove il modello di punta è “Cloud”; qui la testiera e le assi (comprese di rete interna) sono unite in un unico blocco, rivestito da una morbida pelle grigio scura con dei cuscinetti di forma quadrata sulla testiera, che imitano l’immagine di una nuvola, il tutto sostenuto da dei comodi piedi in ferro, che sollevano la struttura dando l’impressione che sia sospesa in aria.

I vantaggi della cucina in legno

La cucina come struttura è caratterizzata dalla presenza di determinati elementi, siano essi standard (come mobili, pensili, lavello e piano cottura), sia opzionali, come un piano lavoro, una penisola o l’isola centrale; questi ultimi inoltre definiscono determinati tipi di cucina dalle forme uniche e definite.

cucina-in-legno-dettaglioMa un altro elemento importante è senza dubbio il materiale (o i materiali) con la quale essa viene realizzata, ognuno con determinate qualità e adatto a modelli specifici di cucina: per esempio, l’acciaio e il vetro per una cucina moderna e la pietra e il marmo per una classica.

La cucina in legno rappresenta un caso speciale: essa infatti si può adattare a qualsiasi tipologia di ambiente, modificando in parte la sua struttura, e il legno è molto più lavorabile come materiale per realizzarne le varie parti, che possono essere decorate o tinte con colori specifici.

I vantaggi della cucina in legno sono riscontrabili soprattutto sul lato estetico, sia grazie all’uso del colore che per la presenza di altri materiali a comporne determinate parti: non è raro vedere delle splendide cucine in legno con ripiani in marmo o elementi in acciaio, messi in risalto grazie alle variazioni cromatiche.

C.A.D Riva realizza, in collaborazione con Doimo Cucine, delle cucine in legno su misura, ognuna con determinate dimensioni, colori e materiali usati, in modo da risultare non solo funzionali, ma anche belle da vedere e renderle così un luogo caldo e accogliente.

Varianti di legno per la cucina

Una cucina in legno, così come le altre varianti sopra citate, possono essere realizzate in modelli differenti sia lineari che ad angolo, e possono essere messe in risalto con particolari colori e innesti di altri materiali per alcune elementi specifici (ripiani, maniglie, ante).

cucina-legno-bianca-dettaglioMa esistono svariati tipi di legname con cui realizzare una cucina, ognuno con determinate qualità come durezza e aspetto estetico, ma anche con un colore specifico, o anche più variazioni cromatiche, sia naturali che artificiali (mediante l’uso di vernici adatte).

Inoltre alcune varianti di legno per la cucina si adattano ad un certo tipo di arredo presente in una stanza, specialmente se essa contiene elementi come tavolo e tendaggi, oppure è collegata al soggiorno e alla sala da pranzo; i più diffusi sono tre, presenti anche in diverse tonalità.

Le varianti di legno più usate per le cucine sono:

  • Betulla: Questo legno si presenta in tonalità chiare, sia naturali che artificiali, adatto soprattutto per cucine classiche sia ampie che di media grandezza; è consigliato l’inserimento di elementi in vetro opaco o in acciaio;
  • Noce: Presente in diverse colorazioni, è consigliato sia per le cucine moderne (in tinte chiare) sia per quelle classiche (in tinte scure); l’uso del marmo per realizzare i ripiani permette di metterla maggiormente in risalto;
  • Rovere: Il legno più utilizzato, è adatto maggiormente per le cucine moderne, dove la tinta scura è messa in risalto in ambienti ampi, soleggiati; il lato estetico dà il meglio di sé con elementi in laccato o in laminato.

La cucina in legno contemporanea

La cucina moderna o contemporanea è quella dove si ottiene uno stile estetico minimale ma ben curato, dove l’innovazione va di pari passo con l’arredo interno, sia questo del corpo centrale che degli altri elementi presenti nella stanza, come il tavolo oppure il soggiorno.

cucina-moderna-glamour-dettaglioLa cucina in legno contemporanea è esteticamente perfetta, soprattutto se si usa il rovere scuro come materiale principale, con degli innesti in acciaio oppure in pietra; più è grande la stanza, maggiori saranno le variazioni cromatiche messe in risalto dalla scelta dei colori.

Doimo Cucine offre, in questo caso, una linea completa di cucine in legno moderne ampie e spaziose, ognuna con colori definiti e forme precise; il modello usato nella linea è quello della cucina con isola centrale, realizzata in dimensioni diverse.

La linea “Glamour” è composta da diverse varianti dello stesso tipo di cucina, per quanto riguarda la scelta del colore (dalle tinte chiare a quelle scure passando per il colore marrone) e l’ampiezza dell’ambiente (sono collegate al soggiorno o alla sala da pranzo).

Gli elementi in comune nella linea sono la conformazione dell’isola centrale, composta da lavello, piano cottura con cappa sospesa e un tavolo collegato al piano di lavoro e posto ad un’altezza diversa; ogni variante inoltre crea un ambiente soleggiato, ampio e accogliente per tutta la famiglia, dove mangiare e stare insieme.

La parete attrezzata su misura per il tuo soggiorno

Tra gli elementi che compongono il soggiorno due di essi hanno la stessa funzione, ma possono definire aree diverse tra loro: la libreria e il mobile porta TV, entrambi usati per depositare oggetti (libri, riviste,ecc) ma specifici per due aree, quella di lettura presente in un soggiorno classico e quella di relax di uno moderno.

parete-attrezzata-dettaglioEppure entrambi gli elementi possono essere uniti per realizzare un oggetto più grande, più funzionale e con un forte impatto estetico sul soggiorno: parliamo della parete attrezzata.

Una parete attrezzata possiede infatti le componenti di entrambi i mobili: abbiamo la base del porta TV e i vani e le mensole della libreria, con la differenza che questi elementi si fondono insieme grazie alla maggiore componibilità, creando sempre una struttura unica e originale, caratterizzata da un buon uso di materiali e colori.

Il vantaggio principale della parete attrezzata è tutto sul lato estetico, poiché risalta subito all’occhio all’interno di un soggiorno, dove uno degli elettrodomestici più usati è senza dubbio il televisore; ma esiste anche un vantaggio ulteriore, quello dello spazio, siccome questa struttura può essere montata anche in un soggiorno di piccole dimensioni.

C.AD. Riva, in collaborazione con Nardi Interni, realizza e installa pareti attrezzate su misura, ognuna con forme e colori unici, in grado di adattarsi ad ogni tipo di soggiorno e garantire un buon tocco estetico, oltre che ad una maggiore funzionalità rispetto ad un singolo mobile porta TV o libreria.

Parete attrezzata sospesa

Abbiamo visto come una delle caratteristiche migliori della parete attrezzata sia la sua componibilità, che permette di installare vari moduli che possono essere collocati in modi differenti, così da avere sempre una struttura unica e originale.

parete attrezzata-sospesa-day-02La collocazione degli elementi non deve per forza avvenire su una base a terra, ma l’intera struttura può essere montata a parete così da sfruttare meglio lo spazio offerto dalle superfici verticali, parliamo qui di pareti attrezzate sospese.
La parete attrezzata sospesa è sempre composta da una base per la TV e da una serie di elementi come mensole, cassetti e vani aperti, che possono essere sia uniti mediante un pannello posto sul fondo, oppure separati tra loro, occupando così un maggior spazio ma senza rinunciare ad uno squisito tocco estetico.

Nardi Interni offre in questo caso il modello “Day 02”, composto da due parti: la prima frontale costituita da un mobile porta TV e da due ripiani con ante; la seconda laterale formata da una serie di vani aperti uniti in una struttura a tinta unica.

Il modello di parete attrezzata sospesa svolge qui le due funzioni della libreria e del porta TV, ma le unisce sapientemente creando un unico spazio nel quale le persone possono rilassarsi comodamente leggendo un libro o guardando un film.

La parete attrezzata divisoria

La parete attrezzata può risultare sia come blocco unico oppure come una serie di elementi scomposti che sfruttano in maniera funzionale lo spazio offerto dalla parete (o pareti) del soggiorno.

parete-attrezzata-divisoria-day-25Ma lo spazio in questi casi non solo si cerca di usarlo senza intralciare le altre parti della stanza, ma talvolta si può anche decidere di crearne uno delimitato da usare per le funzioni sopra citate: in questo caso è utile utilizzare una parete attrezzata divisoria.

Caratteristica principale della parete attrezzata divisoria è la presenza di un elemento aggiuntivo che può servire non solo da deposito di oggetti, ma anche come oggetto che delimita due aree ben distinte, un pò come la libreria divisoria, ma con la differenza che questa è collegata con il corpo principale.

Anche in questo caso Nardi Interni offre uno dei suoi modelli più richiesti, il “Day 25”, composto da un corpo centrale formato da un mobile porta TV e due ripiani con ante e dalla parete divisoria costituita da una libreria aperta su entrambi i lati, dove riporre svariati oggetti.

Ma questo modello possiede anche un ulteriore funzione: opposto alla libreria è presente un divanetto collegato al corpo centrale, con testiera e braccioli posti alla stessa altezza, con la funzione sia del divano standard sia quella del letto: una struttura unica in grado di creare un piccolo spazio privato personale.

Le qualità della cucina abitabile

Quando si parla della cucina di casa si pensa generalmente all’ambiente dedicato alla preparazione dei pasti, composto dalla zona cottura, il lavello, i vari mobiletti e pensili e, nel caso di cucine angolari, di un piano lavoro più o meno esteso.

cucina-abitabile-dettaglioTutti questi elementi possono essere contenuti in una stanza di dimensioni adeguate e non necessariamente ampia, ma esiste la possibilità di unire insieme l’area della cucina con quella del soggiorno, creando un ambiente unico e spazioso: parliamo in questo caso della cucina abitabile.

La cucina abitabile è caratterizzata dall’unione degli elementi tipici della cucina a quelli del soggiorno (specialmente il tavolo) in un’unica area senza pareti divisorie, con il vantaggio di un maggiore spazio di movimento tra una zona e l’altra.

Altre caratteristiche di questo ambiente sono la possibilità di scegliere un diverso tipo di cucina da installare (lineare, angolare, con isola,ecc), una maggiore illuminazione esterna, soprattutto se l’area è molto ampia, e la possibilità di creare una continuità tra le due aree grazie ad un adeguato tocco estetico nella scelta di materiali e colori.

C.A.D. Riva, in collaborazione con Doimo Cucine, progetta e realizza cucine abitabili su misura, le quali sono adatte per ambienti sia di medie che di grandi dimensioni, realizzate con materiali innovativi e design unici e dal grande tocco estetico.

Dimensioni della cucina abitabile

Fino ad adesso si può pensare che l’unico modo per realizzare una cucina abitabile è quello di possedere un ambiente molto ampio che permetta di inserire al suo interno anche gli elementi del soggiorno, ma in realtà si può realizzare una cucina abitabile anche in uno spazio ridotto.

cucina-abitabile-grandeLe dimensioni della cucina abitabile variano quindi a seconda dell’ampiezza della stanza, e permettono di inserire al suo interno solo elementi limitati del soggiorno, nel caso di una stanza piccola, oppure ogni suo componente (tavolo, divano, mobile TV, ecc) qualora si possieda una stanza molto ampia.

La cucina abitabile piccola è composta generalmente da una cucina lineare posizionata sul lato più lungo, mentre dall’altra parte è collocato un tavolo di piccole dimensioni; in alternativa si può optare per una cucina in parallelo ampia e spaziosa, con un tavolinetto collocato nella parte secondaria della struttura.

La cucina abitabile grande, invece, possiede un’area maggiore nella quale inserire molti più elementi da entrambe le parti, anche se vi è la possibilità di dare maggior spazio alla cucina con elementi aggiuntivi come lunghezza della penisola, dispensa lineare a parete o isola con tanto di tavolo integrato.

In entrambi i casi bisognerà calcolare lo spazio giusto che serve alle persone per spostarsi liberamente al suo interno: in questo modo si possono facilmente preparare e consumare i pasti.

La cucina abitabile moderna

Abbiamo visto come la componente estetica gioca un ruolo fondamentale nel creare una continuità tra l’ambiente della cucina e quello del soggiorno, che creano una cucina abitabile; lo stile moderno, con materiali lavorati e forme dal design unico si sposano con questo modello di cucina.

cucina-abitabile-modernaLa cucina abitabile moderna è caratterizzata da grandi dimensioni, dove gli elementi del soggiorno sono separati e disposti in zone specifiche distanti dal corpo centrale della cucina, composto da elementi dalle forme definite e privi di decorazioni superflue.

L’esempio che proponiamo, offerto da C.A.D. Riva è il modello di cucina “Sidney” realizzato da Doimo Cucine: un ambiente ampio e spazioso, contraddistinto da un’ottima illuminazione naturale proveniente da ampie vetrate e da un design unico e minimale.

La variante “Outdoor” è specifica per le cucine abitabili, in quanto possiede sia gli elementi della cucina che quelli del soggiorno, disposti separatamente ma in grado di creare una continuità tra le parti grazie ad un’ottima scelta di materiali e colori.

La cucina è composta essenzialmente da un’isola centrale completa di tutte le sue componenti e realizzata in legno scuro laccato e dalle forme arrotondate; una dispensa ampia a parete è collocata lateralmente all’isola e realizzata in laminato chiaro, creando un’ottima variazione cromatica tra le due parti.

Gli elementi del soggiorno sono disposti esternamente vicino alle fonti di luce esterna, rappresentate da ampie vetrate, inoltre una libreria a parete crea una continuità con la dispensa e permette di realizzare un’unica zona adibita al deposito di cibo e oggetti vari.

I vari modelli della cabina armadio

Esistono alcuni elementi della casa che possono essere definiti “opzionali”, poiché non sono presenti di base all’interno di un’abitazione, ma possono essere aggiunti in seguito per vari motivi, come quello di abbellire la propria casa con qualcosa di raro e di gran valore.

cabina armadio-dettaglioQuesti elementi non sono necessariamente soprammobili costosi, ma riguardano mobili innovativi e unici, come il divano componibile o il mobile porta TV a scomparsa, ma anche nuovi ambienti, come il bagno personale per la camera da letto o la più diffusa cabina armadio.

La cabina armadio rappresenta una zona specifica adibita non solo al deposito di vestiti e biancheria, ma anche come camerino personale, dove ci si può vestire per tutte le occasioni, che sia una festa o una semplice uscita.

La cabina si presenta in varie forme, poiché a volte è impossibile realizzare una stanza aggiuntiva, perciò bisogna ricorrere a installazioni specifiche che si possono montare all’interno della camera da letto; le due forme più diffuse sono:

  • Pareti in cartongesso: L’uso del cartongesso permette di realizzare cabine armadio di medie dimensioni ma funzionali; queste possono essere sia lineari che angolari, in modo da sfruttare al meglio lo spazio della camera;
  • Cabina dietro al letto: In questo caso una parete in legno permette di realizzare una comoda cabina lineare, mentre il letto è collocato sul lato esterno che da sulla camera; due porte a soffietto permettono di chiudere l’ambiente.

La cabina armadio classica

C.A.D. Riva progetta cabine armadio su misura per tutti i suoi clienti, avvalendosi della collaborazione di MD House, che presenta una collezione dedicata a questa tipologia di ambiente.

Nel caso vi sia la possibilità di realizzare una cabina armadio interna alla stanza è opportuno scegliere la collocazione migliore, specialmente con una buona illuminazione naturale, ottenibile mediante un’ampia vetrata, oppure installando un sistema di luci interne che non lascino zone d’ombra estese.

cabina-armadio-boisiereLa cabina armadio classica si presenta chiusa su quattro pareti, accessibile mediante una porta scorrevole e con una buona illuminazione interna; le pareti interne fungono da deposito per i vestiti e sono provviste di cassetti, ante e specchi interni.

Lo stile classico predilige il legno come materiale per realizzare i vani contenitore, si può scegliere un legno chiaro per uno stile più raffinato e ricco di decorazioni, mentre il legno scuro è adatto per uno stile più sobrio e vicino al moderno.

In quest’ultimo caso si consiglia il modello “Boiserie” offerto da MD House: una cabina classica ampia e spaziosa, dotata di tre pareti con aste appendiabiti e dei cassetti sospesi sul lato lungo, mentre dei comodini con ruote sono disposti agli angoli.

Sul lato estetico la cabina si presenta con pareti in legno scuro, mentre un ampio tappeto decorato e un lampadario centrale tendono a conferire all’ambiente un aspetto classico e regale, ideale per chi vuole un angolo privato dedicato all’eleganza.

La cabina armadio moderna

Come ogni ambiente della casa, anche la cabina armadio può seguire lo stile estetico scelto dalle persone, in modo da creare continuità tra le varie stanze e, soprattutto in questo caso, con la camera da letto adiacente.

Il tocco estetico ricercato non deve però comportare una minore funzionalità, specialmente per una stanza che rappresenta la versione ingrandita del semplice armadio; la cabina armadio moderna è la scelta migliore per avere un ambiente funzionale e pratico.

cabina-armadio-slideCaratteristica principale della cabina armadio moderna è l’aspetto semplice delle sue componenti, che non presentano elementi superflui ma sono utili per un uso migliore della stanza; il legno è ancora il materiale principale, qui usato per realizzare pannelli e cassetti e verniciato con colori chiari in grado di garantire maggiore luminosità all’ambiente.

Il modello “Slide” offerto da MD House è l’esempio perfetto: i tre pannelli appendiabiti sono aperti e senza ante, sono componibili grazie all’aggiunta di mensole, cassetti aste e presentano delle luci interne in grado di offrire un ottimo livello di illuminazione.

L’arredo interno è minimale, in modo da garantire una maggiore libertà di movimento e presenta un comodo pouf su cui sedersi e un tappeto, solitamente di un colore chiaro in modo da legarsi all’estetica della stanza.

La porta che dà sulla camera da letto è molto ampia e scorrevole, inoltre i pannelli possono essere in vetro, così da permettere una maggiore illuminazione (proveniente in questo caso dalla camera) o in vetro satinato bianco, per garantire una maggiore privacy quando si usa la cabina.

Il piano lavoro della cucina su misura

La cucina è composta da moltissimi elementi, divisi per tipologia (parti integranti o elettrodomestici) e per funzione: il lavello serve per lavare cibo e stoviglie e il piano cottura a cucinare e riscaldare i piatti.

La struttura stessa della cucina svolge molte funzioni: ogni parte ha un compito specifico, come mobiletti e pensili per depositare stoviglie e piano-lavoro-cucinacibo e il ripiano per collocare alcuni elettrodomestici più piccoli, come il toaster o il forno a microonde.

Ma esiste una parte specifica della cucina che ha la funzione di preparare il cibo prima che esso venga cotto o infornato, ed è una parte sia integrata che separata proprio per il suo compito: stiamo parlando del piano lavoro.

Il piano lavoro della cucina è rappresentato da una sezione del ripiano adibita a preparare il cibo, quindi non occupata da altri oggetti come fornetti o stoviglie; solitamente la base del piano è costituita da un materiale differente, antigraffio o antiscivolo, oppure viene collocato ad un’altezza differente rispetto al resto del ripiano.

Il vantaggio principale di un piano lavoro è ovviamente la possibilità di preparare il cibo comodamente in cucina, senza occupare altre zone o addirittura il tavolo; in alcuni casi (come quello della cucina ad isola) il piano stesso integra al suo interno altri elementi come lavello e piano cottura, così da creare una zona specifica per la preparazione dei piatti.

Materiali per il piano lavoro

C.A.D. Riva realizza piani lavoro su misura per tutti i tipi di cucine, ogni piano ha misure specifiche e materiali all’avanguardia, in modo da soddisfare le esigenze di tutti i clienti.

A differenza del semplice ripiano, il piano lavoro della cucina deve essere realizzato con materiali specifici, poiché deve svolgere una funzione molto importante, ovvero quella di preparare il cibo prima, ma anche dopo, la cottura.

Vi sono inoltre una serie di fattori che possono influenzare la qualità del piano: la resistenza al calore (derivato dalle pentole), la facilità nel pulirlo da macchie e incrostazioni, l’indice di igiene e la resistenza ai tagli e rotture.

Purtroppo non esiste un materiale che possieda tutte queste qualità, ma alcuni di essi vengono usati piano-lavoro-dettaglioper creare molti piani lavoro, di forme e dimensioni differenti, in grado di adattarsi a qualunque tipo di cucina, da quella lineare a quella angolare.

I materiali per il piano lavoro più usati sono:

  • Legno: Materiale più usato, è quello meno resistente in assoluto, ma può essere sostituito facilmente se si sceglie un modello a listarelle, più semplice da rimuovere;
  • Laminato: Possiede un’elevata resistenza ai tagli, ma l’acqua può infiltrarsi all’interno creando dei rigonfiamenti;
  • Vetro: Materiale usato recentemente, è quello migliore esteticamente, ma si macchia spesso e necessita quindi di una pulizia maggiore;
  • Acciaio: Possiede un’ampia resistenza agli urti ed è molto igienico, ma si graffia e macchia molto facilmente;
  • Quarzo: Il materiale migliore per creare un piano lavoro, in quanto presenta una resistenza totale agli urti e a vari tipi di liquidi (sia acqua che acidi).

Tipologie di piano lavoro

Scelto il materiale, ora è possibile decidere la tipologia di piano lavoro da installare nella propria cucina; ogni modello si differenzia per dimensioni, forma e collocazione rispetto al resto della cucina (integrato nel ripiano principale o separato da esso).

La scelta di un piano lavoro indipendente dal ripiano è consigliata poiché permette di avere una zona specifica separata da tutto il resto, che non viene occupata da altri oggetti e che, grazie ad una serie di meccanismi, può sfruttare meglio lo spazio senza risultare ingombrante.

Le tipologie di piano lavoro che possono soddisfare queste esigenze sono tre, ognuna piano-pensile-dettaglioadatta a qualsiasi tipo di cucina:

  • Piano a scomparsa: Il modello base, è disponibile in due versioni: quello base più piccolo, disponibile sia frontalmente che lateralmente, e quello estensibile, contenuto in un cassetto e adatto per le cucine lineari;
  • Piano a ribalta: Collocato lateralmente, è provvisto di un meccanismo di apertura e sostegno in grado di reggere il peso di molti oggetti; consigliato anche per le cucine angolari, questo modello occupa lo spazio necessario senza ingombri;
  • Piano pensile: Questo modello è costituito da un blocco in pietra naturale rialzato rispetto al ripiano e che può fungere anche da tavolino; è presente nelle cucine modello “Easy” offerte da Doimo Cucine (partner di C.A.D. Riva).

La cameretta a soppalco

Per una famiglia la casa ideale deve soddisfare determinate caratteristiche: in primis deve essere spaziosa, sicura e avere molti ambienti interni, uno dei quali verrà completamente dedicato ai bambini e che diverrà la loro cameretta.

soppalco-cube-dettaglioLa cameretta per i bambini può avere diverse conformazioni dei mobili (letti, armadi, scrivanie, ecc), ma deve essere sicura e permettere ai bambini di poter muoversi liberamente al suo interno, soprattutto quando vogliono giocare: in questo caso il modello migliore è senza dubbio quello della cameretta a soppalco.

La cameretta a soppalco è caratterizzata dalla presenza di una pedana sopraelevata sulla quale è possibile posizionare un altro letto, mentre il secondo è collocato sotto; questa struttura permette di risparmiare spazio e lasciarne in più per gli altri mobili.

Ma il soppalco possiede anche un’ottima componibilità: infatti è possibile collocare intorno ad esso altri mobili oppure integrarli al suo interno; una scrivania e dei cassetti si possono integrare al soppalco per realizzare una zona studio collegata alla zona riposo.

Il vantaggio della componibilità permette di creare una singola zona dedicata al riposo e allo studio, lasciando quindi un’ampia area che può essere utilizzata in altri modi, installando per esempio un altro soppalco e raddoppiando il numero di persone della cameretta, nel caso ci sia una famiglia numerosa.

 

Tipologie di soppalco

C,.A.D. Riva realizza delle camerette con soppalco adatte per ogni tipo di casa, ognuna con determinate misure e conformazione dei mobili al suo interno, risultando sicure e funzionali per i bambini.

Il soppalco intorno al quale si sviluppa la camera può avere diverse forme, che modificano la disposizione dei letti, l’altezza e la presenza o meno di una scaletta che porti al piano superiore; la forma del soppalco è inoltre molto utile al fine di integrarlo facilmente all’interno della stanza, in modo che non occupi troppo spazio e che risulti funzionale e semplice da usare.

soppalco-large-dettaglioLe tipologie di soppalco disponibili, offerte da Nardi Interni (partner di C.A.D. Riva), sono:

  • Modello “Cube”: Versione classica con letti disposti uno sopra l’altro, possiede una scala posteriore in legno o una a pioli inferiore, può essere integrato con un armadio a ponte completo di scrivania e libreria laterale;
  • Modello “Soppalco”: I letti sono separati e messi in parallelo, mentre il vano sottostante può essere usato come zona studio completa di scrivania, il letto inferiore è provvisto di un armadio a ponte;
  • Modello “Large”: In questo modello il letto inferiore è collocato in maniera perpendicolare rispetto a quello superiore, inoltre accanto alla scaletta a pioli è collocata una scrivania;
  • Modello “Horizon”: L’altezza del soppalco è minima mentre la scala è sostituita da tre gradoni, inoltre il letto inferiore può essere collocato in parallelo, in perpendicolare oppure integrato nel soppalco.

La camera a soppalco moderna

Abbiamo visto come la cameretta con soppalco è un modello adatto per realizzare la stanza da letto per i bambini, avendo tra i suoi punti di forza la sicurezza, un ottimo uso dello spazio e la componibilità che permette di renderla funzionale sia per il riposo che per attività ricreative.

Eppure il soppalco può essere installato anche in stanze da letto normali, quando a usufruirne non sono i bambini ma gli adolescenti, che desiderano uno spazio tutto per loro e che vogliono ottimizzare al massimo sia al livello di funzionalità che per la libertà di movimento.

soppalco-horizon-dettaglioLa camera a soppalco moderna è il modello adatto per soddisfare queste richieste, visto che è caratterizzata da un soppalco innovativo, che contiene un letto più grande e che può essere sfruttato in molti modi grazie alla sua enorme componibilità.

L’altezza del soppalco può variare a seconda delle esigenze della persona, ma è consigliabile scegliere un livello molto alto, in modo da sfruttare meglio il resto della struttura.

Un uso moderno del soppalco può essere quello di collocare sotto di esso un piccolo spazio privato (ciò è possibile grazie alle misure del letto) nel quale si possono collocare una scrivania e una libreria, realizzando una zona studio, oppure un divanetto e un televisore, creando così una zona relax.

Le pareti esterne del soppalco possono essere usate per installare uno scaffale dove riporre libri e altri oggetti, oppure la scala che porta al letto; la zona interna può essere chiusa tra quattro pareti e renderla accessibile mediante una porta scorrevole o a soffietto.

Il lato estetico della cucina

Il lato estetico interno di una casa o un appartamento è un aspetto molto importante, soprattutto per due ragioni: la prima è quella di mettere in risalto determinate parti della stanza rispetto ad altre, il secondo è quello di rendere l’ambiente accogliente per le persone, giocando sulle variazioni cromatiche tra gli oggetti.

L’estetica della cucina non fa eccezione, visto che è una delle stanze più usate, dove nel caso di una cucina moderna si deve scegliere il materiale più adatto per realizzarla, oltre che al metodo per mettere in risalto la stessa attraverso l’uso di colori.

C.A.D. Riva realizza cucine su misura di tutti i tipi, usando materiali innovativi e trattati in modo da mettere in risalto le variazioni cromatiche e la struttura della cucina.

La cucina in vetro

cucina-in-vetroUno dei materiali più innovativi per realizzare una cucina moderna è senza dubbio il vetro, il quale viene installato su dei pannelli in alluminio posti sulle ante dei pensili e dei mobiletti; tra le qualità del vetro ci sono la sua resistenza agli urti e la sua ecosostenibilità, che permette una facile manutenzione e pulizia.

La cucina in vetro si presenta con un aspetto minimale e moderno, con le parti in vetro che creano un ambiente accogliente e luminoso, grazie soprattutto ai giochi di luce dei riflessi sulle ante dei mobili; una cucina di questo tipo è perfetta per ambienti molto ampi (che comprendono un soggiorno o una sala da pranzo) e con una forte illuminazione esterna.

Il modello di cucina adatto per questo tipo di materiale è la cucina in parallelo, dove le parti in vetro sono presenti maggiormente sui pensili della parte a muro e all’esterno del corpo secondario, in modo da creare continuità tra i due blocchi, sia con l’uso del colore che con delle serigrafie decorative.

La cucina laccata

cucina-laccato-biancoUn altro materiale molto usato per realizzare le cucine è il legno, il quale può essere lavorato in moltissimi modi a seconda dello stile della cucina; nel caso di una cucina moderna, uno dei metodi più adeguati è il legno laccato, realizzato mediante vernici poliesteri.

La cucina laccata si presenta con delle superfici lisce, sia opache che lucide, che nel corso del tempo subiscono delle variazioni cromatiche evidenti; per questo motivo è consigliabile non esporre il laccato alla luce diretta del sole, anche se è possibile usare delle vernici resistenti ad essa.

Tra i modelli che si legano con delle superfici laccate ci sono sia la cucina lineare che quella angolare, dove le ante dei pensili e i cassetti vengono verniciati completamente, così da aumentare l’effetto lucido o opaco delle superfici e ottenere così delle ottime variazioni cromatiche.

La cucina in laminato

Abbiamo visto come il legno, insieme al vetro, è uno dei materiali più usati per realizzare delle cucine moderne dal tocco estetico unico e originale; il legno inoltre può essere lavorato in molti modi per dare i massimi risultati e uno tra questi è il laminato, dove dei fogli con resine fenoliche sono applicati a pannelli lignei.

Le qualità di una cucina in laminato sono gli spessori minimi dei pannelli, che si presentano in varie tipologie a seconda del metodo di lavorazione (opachi, lucidi, ecc) e la resistenza del materiale, che necessita una manutenzione minima; inoltre le superfici della cucina si presentano luminose, creando uno stile estetico accogliente e solare, adatto per ampi spazi.

Tra i modelli di cucina adatti per il laminato possiamo citare la cucina con isola, dove i pannelli possono mettere maggiormente in risalto la zona centrale, soprattutto se al suo interno sono contenute le parti più importanti della cucina, come il lavello e il piano cottura.

L’arredo ideale per il bagno di casa

Arredare la propria casa significa scegliere gli elementi non solo necessari per un determinato ambiente (il letto per la camera o il divano per il soggiorno) ma anche quelli che possono aggiungere più funzioni, come il tavolo all’interno di una cucina o la libreria nella camera da letto.

L’arredo non deve essere scelto in maniera caotica: bisogna seguire lo stile generale della camera, cercare di creare delle ottime variazioni cromatiche tra gli oggetti e rendere l’ambiente non solo funzionale, ma anche piacevole da vedere.

L’arredo per il bagno non fa eccezione: per quanto sia obbligatorio tenere il proprio bagno perfettamente pulito, non bisogna rinunciare ad un arredo che metta in risalto sia il lato estetico che quello funzionale; così facendo si può anche creare un ambiente accogliente.

Gli elementi dell’arredo del bagno da tenere in considerazione sono:

  • Lavandino: Elemento centrale, il lavandino può presentarsi in varie forme (singolo,doppio,concavo,ecc) e unito ad un mobile componibile su misura;
  • Vasca/Doccia: La scelta tra una comoda vasca o uno spazioso box doccia è influenzata soprattutto dalle dimensioni del bagno;
  • Servizi igienici: Il WC e il bidet sono obbligatori nel proprio bagno e la loro collocazione può essere importante a fini estetici;
  • Mobili: Armadietti e cassettiere, realizzati con materiali adeguati, possono dare un tocco estetico unico all’arredo del bagno.

C.A.D Riva è in grado di realizzare arredi per qualsiasi tipologia di bagno, scegliendo i materiali migliori per rendere unico l’ambiente.

L’arredo moderno per il bagno

Scegliere l’arredo giusto per il proprio bagno significa prima di tutto decidere lo stile generale dell’ambiente, come il classico, il moderno o una via di mezzo, ma in modo da creare una continuità di estetica tra i vari elementi.

lavandino-moderno-dettaglioLo stile può essere influenzato anche dall’aspetto estetico della casa in generale: se si abita in un appartamento moderno, si sceglierà uno stile più vicino a quello del resto della casa, se lo spazio a disposizione è elevato, allora si acquisteranno elementi grandi e funzionali.

L’arredo moderno per il bagno è composto da elementi con linee definite, senza decorazioni superflue, realizzati con materiali innovativi come il legno laccato o in laminato; la collocazione degli oggetti fa sì che si crei un ampio spazio in cui muoversi e che sia anche bello da vedere.

Il lavello moderno, per esempio, può essere sospeso e componibile, con il ripiano del lavabo separato dal resto del mobile, così da creare un secondo ripiano per riporre gli oggetti; lo specchio è collocato al centro ed è provvisto di luci interne, oltre che da un paio di mensole laterali.

Il resto dell’arredo è minimale, composto solo dai servizi igienici e pochi oggetti come gli attaccapanni; il box doccia è composto da un pavimento in resina e parete divisoria in vetro, oltre che da due mensole interne minimali per sapone e spugne.

L’arredo classico per il bagno

Abbiamo visto come l’arredo del bagno può seguire lo stile dell’intera casa e creare una continuità tra i vari ambienti, ma a volte può essere influenzato dalle dimensioni della stanza: maggiore è lo spazio, più oggetti possono essere inseriti, ottenendo così un bagno multifunzionale.

Ma nel caso di un bagno di dimensioni ridotte, troppi elementi arriverebbero ad occupare troppo spazio, impedendo così sia il movimento sia il funzionamento dei vari elementi; è necessario quindi scegliere con cura come arredare il proprio bagno, anche se comporta il rinunciare a qualche funzione.

arredo-bagno-classico-dettaglioL’arredo classico per il bagno si sposa perfettamente con ambienti di dimensioni ridotte: le caratteristiche principali di questo stile sono elementi minimali ma funzionali e una scelta di colori in grado di creare un tocco estetico unico per il proprio bagno, in modo da renderlo aperto e accogliente.

Un lavello classico, per esempio, può essere composto da un semplice tavolino aperto con un lavabo interno e un ripiano sottostante per riporre vari oggetti; lo specchio semplice con luce interna completa il tutto, creando una zona funzionale e esteticamente gradevole grazie ad un’ottima scelta di colori.

Invece di installare armadietti e cassettiere ingombranti, si può optare per una serie di pensili salvaspazio semplici e colorati, da installare su una sola parete e ridurre così lo spazio occupato.

C.A.D. Riva, in collaborazione con i suoi partner commerciali, è in grado di realizzare un arredo classico per il bagno semplice e funzionale, in grado di risaltare esteticamente le ridotte dimensioni dell’ambiente.