Il lavello angolare per la cucina

La cucina angolare è uno dei modelli più richiesti all’interno delle case, e ciò è possibile per svariati motivi: le sue dimensioni che permettono di distribuire meglio i suoi elementi, la possibilità di occupare una parte specifica di una stanza e la penisola laterale che può essere usata sia come piano lavoro, sia come tavolo dove mangiare.

cucina-dettaglio-lavelloLa componibilità di questa cucina permette di posizionare alcune delle sue parti fondamentali e importanti dove si vuole, potendo in questo modo occupare sia il corpo centrale che la penisola, oppure una zona poco usata e sfruttarne ogni singolo centimetro.
In quest’ultimo caso abbiamo un elemento molto importante che altro non è che una variante di un oggetto classico: si tratta del lavello angolare il quale, come dice il nome, è collocato all’angolo tra il corpo centrale e la penisola.

I vantaggi del lavello ad angolo sono molti: in primis, la possibilità di usare una zona come l’angolo che non viene mai utilizzata per cucinare o preparare il cibo, anche per la sua scarsa comodità.

La sua collocazione permette di sfruttare al meglio il resto della cucina, con spazi maggiori dove collocare un piano di lavoro o il piano cottura; inoltre può essere realizzato con forme diverse, in modo da adattarsi meglio all’angolo e risultare così di facile utilizzo per tutti.

Le misure del lavello ad angolo

C.A.D Riva, specializzata nella costruzione delle cucine, è in grado di realizzare lavelli angolari su misura di forme e dimensioni diverse, così da adattarsi meglio alla propria cucina angolare.

Poiché l’angolo ha un’ampiezza di 90°, installare un lavello angolare è molto semplice dato che la sua forma ricalcherà quella del piano e l’angolo sarà lo stesso; l’unico elemento da prendere in considerazione sono le sue misure.

Le misure del lavello ad angolo dovranno essere proporzionate al ripiano della cucina, se fossero troppo piccole avremo un lavello poco funzionale e non molto capiente, se invece fosse troppo grande ci sarà meno spazio da usare ai suoi lati come piano di lavoro.

Esistono vari modelli di lavello angolare, ognuno con delle dimensioni specifiche:

  • Modello “A”: Dotato di due vasche laterali e un piano per far scolare i piatti centrale, misura 83cm per 50cm, mentre ogni vasca rettangolare misura 34cm per 40cm. E’ il modello classico e più grande;
  • Modello “B”: Variante del precedente modello, ha le stesse misure esterne ma le vasche, posizionate con il lato lungo verso l’esterno, misurano 41x34cm;
  • Modello “C”: Modello più piccolo dei tre, è caratterizzato da due vasche poste su un lato; la grande misura 34x40cm e la piccola 30x34cm. Questo modello è usato più per pulire il cibo che per lavare le stoviglie.

Materiali per il lavello angolare

Come tutti i lavelli per cucina, anche il lavello angolare può essere realizzato con diversi tipi di materiale, ognuno con proprietà specifiche e adatto per rendere funzionale questo elemento fondamentale della cucina.

Idettaglio-lavellol materiale per il lavello angolare classico è senza dubbio l’acciaio, modellato in modo da creare una struttura unica e funzionale; l’unico difetto di questo materiale è la facilità con cui si depositano sporco e il calcare, il che richiede una pulizia periodica da parte delle persone.

Il lavello angolare può essere realizzato anche in pietra, creando un elemento adatto per una cucina dallo stile rustico, ma in questo caso il lavello deve essere molto ampio e la struttura che lo sostiene dovrà essere robusta, dato il peso del materiale.

Negli ultimi anni è stato realizzato un nuovo tipo di materiale, la fragranite, creato usando dei piccoli granuli di granito; le caratteristiche di questo materiale sono una durabilità e facilità al lavaggio maggiore dell’acciaio, inoltre può essere realizzato in varie colorazioni, dando un ottimo tocco all’estetica della cucina.

L’unico difetto di questo materiale è la sua pulizia, visto che nonostante non sia soggetto all’azione del calcare, il deposito di incrostazioni e sporcizia sulla superficie richiede una pulizia più accurata e delicata, in modo da non rovinare il materiale.