Le qualità della cucina lineare

All’interno di una casa la cucina è senza dubbio uno degli ambienti più importanti per le funzioni che svolge, ovvero la preparazione e la consumazione dei pasti; per avere tutti gli elementi necessari per svolgere questi compiti si possono scegliere svariati modelli di cucina, come quella angolare o con isola centrale.

Ma un fattore che influenza la forma della cucina è lo spazio a disposizione, che in alcuni casi è condiviso con il soggiorno e altri elementi (tavoli, divani, mobile porta TV, ecc); per ovviare a questo si può scegliere una versione ridotta dei modelli sopra citati, oppure optare per il modello classico: la cucina lineare.

cucina-lineareLe qualità della cucina lineare sono in primis il ridotto spazio occupato (basta infatti una sola parete oppure un muro portante se la si colloca in posizione centrale), una facile componibilità (gli elettrodomestici possono essere disposti come si vuole) e una vasta area per spostarsi (diversamente dalla cucina con penisola o in parallelo).

C.A.D. Riva, specializzata da anni nel settore cucine, realizza cucine lineari su misura per tutti i suoi clienti, completamente componibili e con tutti gli elementi necessari per creare la propria cucina ideale; inoltre questo modello è disponibile in varie lunghezze per adattarsi alle pareti della stanza.

Le misure della cucina lineare

Il fatto di avere tutte le sue componenti su un unico lato e non distribuite in un’area più grande o su un secondo elemento possono rendere la cucina lineare svantaggiosa per la propria casa, facendo così optare per una cucina diversa come quella con penisola.

In realtà la cucina lineare è in grado di contenere facilmente mobiletti, pensili ed elettrodomestici grazie alla possibilità di variare la sua lunghezza: questo può portare a installare elementi più grandi e svariati optional.

Le misure della cucina lineare sono variabili in quattro differenti modelli, ognuno indicato per un tipo specifico di casa e con elementi specifici:

  • Cucina 2 metri: Il modello più piccolo, non comprende pensili, tranne la cappa per il piano cottura e presenta solo alcuni mobiletti oltre al lavello e il forno; ideale per una casa piccola o un appartamento;
  • Cucina 3 metri: Tipica di una casa di media grandezza, comprende un mobile contenitore per il frigo e dei pensili collegati, disponibili sia ai lati della cappa o su un solo lato;
  • Cucina 4 metri: Modello standard per tutte le case, è composto da un maggior numero di mobiletti e pensili e permette una maggiore componibilità rispetto al modello precedente;
  • Cucina 5 metri: Variante più grande, offre il massimo della componibiltà, permettendo di disporre i vari elementi in modo che risultino di più facile utilizzo da parte delle persone.

La cucina lineare moderna

La possibilità di modificare la sua lunghezza e di disporre i mobili nella maniera migliore rendono la cucina lineare ideale per una casa moderna; inoltre la scelta di materiali e colori possono essere un fattore vantaggioso per il lato estetico dell’ambiente, rendendolo accogliente e stimolante per chi passa molto tempo a cucinare.

La cucina lineare moderna può essere realizzata con più materiali uniti tra di loro: per i mobili e i pensili è consigliato il legno, mentre l’acciaio è utile per maniglie e per la cappa; il ripiano può essere realizzato in quarzo, resistente e antigraffio, mentre per la parete interna si può scegliere tra le piastrelle o il legno.

Per la scelta del colore è consigliabile la creazione di un contrasto tra toni chiari e scuri: per il legno dei mobiletti e quello dei pensili si possono scegliere rispettivamente il marrone scuro e il bianco, mentre per quello della parete si opta per il marrone chiaro.

Sulla scelta degli elementi, questi possono essere collocati in tre zone specifiche:

  • cucina-lineare-modernaParte inferiore: Composta da una serie di mobili per pentole e stoviglie e dal piano cottura (a gas o a induzione elettromagnetica) e dal lavello, oltre che da un piccolo piano lavoro;
  • Parte laterale: Due armadi a muro, uno per contenere il frigorifero e il secondo per il forno e dei cassetti per riporre il cibo;
  • Parte superiore: I pensili verranno usati per riporre piatti e bicchieri, oltre che a prodotti specifici come pasta, sale e zucchero; vi saranno inoltre delle mensole sottostanti per riporre mestoli e oggetti di primo utilizzo.